Maggio 2019

4 Posts Back Home
Showing all posts made in the month of Maggio 2019.

SE I SOGNI SON DESIDERI…

Se i sogni son desideri, di felicità o di altro, e i desideri ci mettono in contatto con i nostri bisogni, allora i sogni e i bisogni coincidono? Ho sempre pensato che ci fosse una differenza di pathos tra i bisogni e i desideri, delegando ai primi una maggiore legittimità e agli altri una natura troppo soggettiva ed evanescente. Oggi però, vicina ai 42 anni, credo che imparare a desiderare con decisione e senza chiedere troppe volte ‘permesso’ sia un dovere verso se stessi. Ma facciamo un passo indietro. Se da un lato è comprensibile che il bisogno, ad esempio di mangiare o di bere, tanto per riprendere un tema poco trattato in questo blog, sia prioritario rispetto al desiderio di farlo e che spesso, prestando maggior attenzione ai segnali del nostro corpo, (dopo averlo autorizzato a mandarne…), possiamo prenderci una pausa dall’urgenza imprescindibile di ingurgitare qualcosa, è altrettanto vero…

I MAGNIFICI 5

Dopo un weekend di formazione in Accademia della felicità la settimana inizia con entusiasmo e passione. Ho la sensazione di percorrere la strada giusta, la motivazione alle stelle e la gratitudine di condividere questo percorso con tante donne favolose che capiscono esattamente come mi sento. Siamo una classe interessata, incline al riso e con un’insaziabile voglia di saperne di più. Ormai il nostro mantra è “Ci sarebbe un libro con cui approfondire questo argomento?” E un libro c’è sempre! Noi lo compriamo, lo scambiamo, lo condividiamo e creiamo gruppi di lettura che diventano un pretesto per condividere la vita e rafforzare la nostra amicizia. Ultimamente ne ho comprati molti e letti di più. Mi impongo di resistere, perché non smetterei mai di soddisfare la mia fame di nozioni, suggerimenti, idee che mi aiutino a comprendere come essere efficace con le donne che mi chiedono aiuto per risolvere aspetti diversi della…

PERFEZIONE A BUON MERCATO

La settimana appena trascorsa ha portato con sé tante novità interessanti e altrettanti spunti di riflessione. Ho iniziato il mio tirocinio di coaching sull’emotional eating, sono stata contattata per accompagnare un gruppo di ragazze come istruttrice di Wellness Walking, ho cucinato ininterrottamente per due giorni per festeggiare la Comunione di una delle mie figlie, ho letto cose che non avrei voluto leggere e ascoltato commenti che hanno coccolato la mia piccola parte adolescenziale e insicura. La cosa che mi ha infastidito di più, complice questo periodo della vita profumato dal contatto nutriente e dalla luminosa connessione con tante donne favolose per le quali mi sento grata, è stata rendermi conto di quante persone ancora usano il peso e le forme corporee come unità di misura del valore di un’altra. Io comprendo nel profondo chi fa fatica ad accettarsi, chi si vorrebbe diverso, chi spera di riuscire a modificare una parte…

NO DIET DAY

Il no diet day è un po’ quello che questo blog aspira a diventare: un modo per dare voce a tutte le persone che vivono con il peso di dover corrispondere ad un ideale fisico che sentono troppo distante. A tutte le donne che da troppo tempo galleggiano nella frustrazione di non riuscire a portare l’ago della bilancia nella posizione che altri sembrano aver stabilito per loro. A chi si colpevolizza per non aver avuto in dote una più cospicua porzione di volontà con la quale rinunciare ai piaceri della tavola. A tutte le morbide come burro, insomma! http://www.morbidacomeburro.com/homepage/ E il no diet day come nasce? Da un’idea di Mary Evans Young che, dopo essere uscita dall’incubo dell’anoressia, decide di fondare l’associazione Diet Breakers per condividere la sua esperienza e aiutare le persone ad imparare ad apprezzarsi per quello che sono e per come sono fatte abbandonando l’ossessione per il…

Navigate