BODY POSITIVE

“Cosa ti rende bellissima?”

E’ con questa domanda che iniziano gli incontri nei gruppi BODY POSITIVE, a cui partecipano donne che da tempo lottano con il peso e con la loro immagine corporea.

Le donne che vivono con il desiderio costante di perdere chili, di trovare la giusta spinta per rispettare una dieta, rinunciare ai carboidrati o allenarsi regolarmente nella corsa anche se fare le scale di casa sembra un supplizio, si sentono brutte, avvilite, deluse. Mai abbastanza.
Sono abituate ad ascoltare gli altri: dietologi, medici, parenti, amici che sembrano saperne molto più di loro su quanto sia facile mantenere un peso costante. Cosa che le fa sentire inadeguate più di quanto possa essere loro d’aiuto. Hanno imparato a fidarsi dei messaggi negativi esterni che le bombardano su come dovrebbero apparire o su cosa mangiare e per uscire dalla condizione di colpevolezza.

Partecipare ai percorsi di body positive insegna ad ascoltare il corpo più delle pubblicità e ritornare al potere dell’intuizione.

“Dubita di te stesso e dubiterai di tutto quello che vedi. Giudica te stesso e vedrai giudizi ovunque. Ma se ascolti il suono della tua voce interiore potrai superare dubbi e giudizi. E potrai vedere per sempre”
(Seneca, forse…)

Il modello body positive non vuole consegnarti un vademecum per dimagrire in modo alternativo né vuole convincerti che i tuoi 5, 10, 20 o 50 chili che detesti fanno parte di te e non sarebbe giusto perderli. Non è un movimento per cui dimagrire sarebbe darla vinta al sistema ma ti aiuta ad amare te stessa a prescindere dal tuo corpo.

L’obiettivo è quello di smettere di combattere e di ripetere strategie già provate più volte ed impegnarti a diventare la massima autorità sui temi che riguardano il tuo corpo riconoscendo la tua saggezza interiore e affidandoti ad essa.
A questo scopo è necessario spostare il focus da tutto quello che credi che il tuo corpo abbia di sbagliato e migliorare e mantenere comportamenti finalizzati alla cura di sé.

Motivarsi e non punirsi.

Accettarsi non vuol dire smettere di progredire, di trovare strade che ti rendono più felice e soddisfatta.
Scoprire ciò che ti rende bellissima oggi, ti permette di ricominciare da te e prenderti cura del tuo personale piacere senza che questo coincida necessariamente con l’idea di eccesso, di cibo spazzatura, di calorie. Cambiare la prospettiva a smettere di lottare contribuisce ad uscire dalla dicotomia del giusto e sbagliato, restrizione o abbuffata, esercizio ossessivo o pigrizia totale.

Mangiare tanto è spesso la ribellione contro la parte rigida e controllante che ti vorrebbe contenuta e votata alla rinuncia.
Se sostituisci la rinuncia con il piacere di scegliere quello che è meglio per te e ti concedi finalmente di assaporarlo, di sentirne la sensazione sulla lingua e lasciarti trasportare dall’ esperienza puoi imparare il valore della moderazione senza rinunciare al gusto e all’ amore di te.

Non fidarti di me, se non vuoi. Pensa invece alla tua esperienza personale: quante volte le critiche sul tuo peso o la tua immagine ti hanno abbattuto più che motivato? Quante volte sei stata sedotta dall’ idea della dieta perfetta per poi ritrovarti a ripetere gli stessi schemi senza sapere come e sentirti sconfitta?

Se stai per iniziare una nuova dieta, aspetta ancora qualche giorno. Ma invece che utilizzarlo per mangiare un’ultima pizza, hamburger e patatine che credi di poter solo sognare per qualche mese e fare la scorta di cioccolato, ti lascio con alcuni suggerimenti per iniziare trovare quello che realmente ti fa sentire bellissima. Qui e ora. Provare non costa niente. Se poi vorrai comunque iniziare la dieta di cui hai sentito parlare e che ha funzionato così bene per la tua amica fai pure, queste piccole pratiche ti saranno comunque d’aiuto nei momenti di sconforto.

-Cerca stimoli spirituali:

  • Parla a cuore aperto con qualcuno: l’intimità emotiva è un nutriente per l’anima
  • Leggi o ascolta musica che senti si avvicini a te stessa in profondità
  • Pratica esercizi di yoga
  • Lasciati guidare da audio sulla meditazione mindfulness
  • ‘Perdi tempo’ colorando mandala e facendo cose inutili

Creati una piccola oasi di pace solo tua in cui entrare anche solo per qualche minuto, una piccola pausa quotidiana in cui restare sola con te stessa.

-Inizia a disintossicarti dalle negatività:

  • Elimina ogni contatto con i media che contribuiscono ad aumentare il tuo livello di stress e insoddisfazione.
  • Sta alla larga dalle persone negative, critiche e pronte a dare giudizi.
  • Evita pensieri e parole negative.

Usa un’affermazione che possa aumentare l’accettazione e l’accoglienza nei confronti di te stessa, con gentilezza e fiducia

“PERDONO, ACCETTO E HO FIDUCIA IN ME STESSA”

Le affermazioni aumentano il ‘metabolismo mentale’ e creano pensieri che diminuiscono l’impeto dell’appetito! Fidati di te!

Leave A Reply

Navigate