Alimentazione e Attività fisica

7 Posts Back Home

RICOMINCIAMO

Nella mia vita ideale il ciclo delle stagioni non prevede intermezzi. Passerei da ferragosto direttamente al mese di novembre, quando il cambio degli armadi è già ordinato da un pezzo e i maglioni di lana coprenti e protettivi, uno status quo! Nel romanzo perfetto Milano si trova a non più di un’ora di macchina da Porto San Giorgio e io posso bere una birra fresca con le mie amiche o infilare i piedi nella sabbia quasi in pausa pranzo. Nel mio cassetto dei sogni è custodito il desiderio di tornare alla vita invernale senza che i pantaloni in velluto si accorgano degli aperitivi, delle cene in riva al mare, del pesce fritto e della zuppa inglese su pasta frolla, ultima grande scoperta di questa memorabile estate. Ma ancor prima di tornare e salutare la mia cabina armadio so già che tutto questo non sarà possibile, che quando va bene per…

WELLNESS WALKING

Il Wellness Walking è un progetto realizzato da due favolose donne piemontesi dal sorriso luminoso, lo sguardo accogliente e intenzioni nobili che si sono rincontrate dopo anni e hanno deciso di aiutare le persone a ritrovare il benessere partendo dai piedi che camminano, sentendo l’aria che attraversa il corpo, per ritrovare i sogni nel cuore ed accompagnarli fino all’energia del sole con il giusto atteggiamento mentale. Io le ho scoperte per caso, in un post sponsorizzato su Facebook. Da quel giorno credo che le promozioni sui social possano essere utili e che il caso non esiste. Meglio parlare di sincronicità. Cos’è? Si tratta di un concetto introdotto da Jung sul rapporto che lega 2 eventi che avvengono in contemporanea e sono, ad un occhio attento, connessi tra loro. Non potevano che verificarsi in quel preciso momento in cui si sono verificati. Quando ho trovato il loro annuncio ero alla ricerca…

TRA IL SONNO E LA FAME

Un sonno profondo e improduttivo accompagna i miei risvegli mattutini. Io che fino a qualche settimana fa avevo creduto con fiducia all’umile e rivoluzionaria levataccia delle 5:30am in nome di una morning routine di cui mi sentivo entusiasta, ho ripreso a fare snooze sulla sveglia e ad alzarmi appena in tempo per lavarmi i denti e spalmare qualcosa sul viso per evitare crepe al primo contatto con l’aria frizzantina. Non so se riesco a spiegare a parole come sono stata spudoratamente sedotta dal Morning Miracle di Hal Elrod, ma proprio mentre programmavo il post in cui raccontarvelo è arrivata lei a rompermi le uova nel paniere, a rovesciare il bicchiere di spremuta (come me stamattina sulla sottoveste bianca) sul tavolo, a rompere la bottiglia d’olio sul pavimento: la maledetta primavera! Dicono che sia la conseguenza delle giornate più lunghe e più luminose: richiediamo al corpo un’energia maggiore per funzionare, l’organismo…

TENTAZIONI DA SCEGLIERE A PRIMAVERA

I bomboloni di Carnevale, che siano preparati da me o da altri, sono veramente favolosi. Così come le zeppole, le chiacchiere e tutte le fritture mascherate da dolcetti piccoli e innocenti. A smascherarli basta il senso di gonfiore, qualche brufoletto da cattiva digestione e la sensazione di dover correre ai ripari. Come le piante che silenziose germogliano sotto la neve, anche in noi si avverte lo sbadiglio del corpo che sta per risvegliarsi in primavera. Se non lo aiutiamo nel modo migliore trascorreremo tristi mesi piangendo lacrime di coccodrillo e invocando la dea del metabolismo veloce. Ma possono convivere la frittura e l’attenzione per il corpo senza alternare privazione a ingordigia? Io ne posso esserne la prova… Sono nata in una pasticceria. Nel senso che i miei genitori avevano il Gran Caffé Pasticceria Mandolesi e lo hanno gestito fino al 1988, salvando la mia adolescenza da zucchero, burro e pan di spagna…

DIAMOCI UNA MOSSA!

Il mio rapporto con il movimento, lo sport o l’attività fisica  è  cambiato con il tempo in modo significativo. Poco è rimasto della bambina paffutella che sceglieva con entusiasmo l’attività invernale per poi soffrire ogni volta che si presentava l’appuntamento settimanale. Fino a qualche anno fa, quindi per un LUNGHISSIMO periodo, qualsiasi situazione comprendesse una tuta, un paio di scarpe da ginnastica e un minimo di sforzo fisico, tutti concentrati nella stessa ora, mi causava un’iperventilazione, emicrania e l’esatta percezione di tutti i sintomi dell’influenza. Immediatamente l’idea di uscire per andare in palestra mi evocava immagini di sudore, fatica, sacrificio, dovere, dimagrire, ciccia, aiuto…!!! Ogni volta che iniziavo una dieta c’era qualcuno che mi diceva: “Guarda che non basta mangiare meno, bisogna muoversi di più!” Poi c’era il periodo in cui decidevo di donare fondi alla palestra del momento e a quel punto mi dicevano: “Non è sufficiente sudare…

I REGALI DI BABBO NATALE

Ho definitivamente archiviato il Natale, la Befana e tutte le feste.  Sicuramente faranno presto capolino addobbi last minute che ho dimenticato di togliere; li riporrò nel ripostiglio di casa in attesa di accompagnarli gentilmente in cantina con il resto della banda, poi li dimenticherò e saranno appesi per primi il prossimo novembre. Si, ho detto proprio novembre…  Confesso, sono una fanatica del Natale. Il mio albero è uno dei più grandi che io abbia mai visto in soggiorni a misura d’uomo e l’entusiasmo che mi procura il guardarlo acceso è pari alla fatica di montarlo e riempirlo di luci. Di solito 8 fili. L’essenzialità non è il mio forte! Quindi ogni anno mi faccio coraggio e lo monto prima. Obbligatoriamente almeno una settimana prima del Ringraziamento che cade il quarto giovedì di novembre. Nonostante questa passione sfrenata il 6 gennaio il discorso cambia e vedere l’albero la mattina del 7 mi deprime e…

BMI

Il peso ideale è spesso una chimera. Il peso che abbiamo mai appropriato. Il peso raggiungibile una speranza. Il peso dell’anima è la sintesi del peso della vita con quello del girovita. Ma chi dice quando dovremmo pesare? La tabella evidenzia i valori, dati dalla relazione tra peso e altezza, che ci permettono di capire se siamo: sottopeso (<18,5) normopeso (18.5-24.9) sovrappeso (25-29.9) obesità (>30) Vi immagino già armate di occhiali e righello mentre puntate il dito sperando di rientrare nel colore giusto.  Neanche si vincesse qualcosa… La prima volta che ho visto questa tabella ho avvertito un brivido sulla schiena paragonabile all’adrenalina che si avverte davanti alla roulette! “Fa che esca un numero compreso tra 19 e 25 e guadagnerò una montagna di autostima con cui comprerò la felicità per una settimana circa”. Il BMI Body Mass Index, ossia Indice di Massa Corporea (IMC), è stato formulato considerando in…

Navigate